• Pacchetto
Home Macerato oleoso di Lavanda - COSM-184 COSM-184

Macerato oleoso di Lavanda - COSM-184

COSM-184
Ultimi articoli in magazzino
12,80 €
Tasse incluse

Realizzare l'oleolito di lavanda in casa è facilissimo: è un rimedio estremamente versatile per la bellezza della pelle, da usare da solo o in associazione ad altri oli, anche per realizzare emulsioni. Rigenerante cutaneo, indispensabile per l'epidermide danneggiata da scottature, sia solari che di altra natura. Indicato anche per irritazioni, eczemi, pelle grassa e acneica e massaggi rilassanti. 

baseline_style_black_18dp.png Tipo: Olio di base
baseline_poll_black_18dp.png Difficoltà: Bassa
baseline_access_time_black_18dp.png Tempo di preparazione: 15 min + tempi di macerazione e filtraggio
baseline_timer_black_18dp.png Conservazione: 6 mesi
baseline_place_black_18dp.png Proprietà: Purificante, Lenitivo, Rigenerante
baseline_euro_symbol_black_18dp.png Costo: Basso

Lista ingredienti

2,90 €
Peso
  • 10 g
  • 20 g

9,90 €
Peso
  • 90 g
  • 180 g
  • 450 g
COSM-184
Ultimi articoli in magazzino
12,80 €
Tasse incluse

Costo reale di questa ricetta per circa 500 ml di prodotto finale

10,50 €

Per acquistare tutti gli ingredienti necessari (*) per realizzare questa ricetta clicca sul pulsante "aggiungi al carrello"!
Attenzione: il prezzo indicato è il totale di tutte le materie prime nella loro confezione standard (fiori di lavanda esclusi) come indicata nella lista degli ingredienti che corrisponde a un quantitativo nettamente superiore a quello necessario per realizzare questa ricetta. Il materiale che avanza quindi può essere utilizzato per creare tante altre ricette!

(*) nel prezzo sono inclusi i soli ingredienti elencati nella ricetta.
Materiale di fabbricazione, flaconi, contenitori sono esclusi e vanno eventualmente aggiunti separatamente.

Materiale necessario:

n.2 BARATTOLI DI VETRO di capacità 500 ml (ben puliti e perfettamente asciutti)
n.1 BOTTIGLIA DI VETRO SCURO da 500 ml (ben pulita e perfettamente asciutta)
COLINO
GARZA E IMBUTO

e inoltre:

Ingredienti:

FaseIngredienti per circa 500 ml di prodotto finaleQuantità
AOlio vegetale di crusca di riso450,0 g
AFiori di lavanda spontanei (raccolti, lavati ed eventualmente essiccati) (*)q.b. (circa 120-150 g)
AVitamina E2,0 g

Procedimento:

(*) il momento migliore per la raccolta dei fiori di lavanda è la fioritura, ma si possono ugualmente raccogliere anche successivamente. Tagliare i rametti a pochi centimetri dalla struttura centrale dura e legnosa. Gli steli raccolti vanno poi sciacquati bene sotto l'acqua corrente per rimuovere le impurità. Si consiglia di far essiccare la lavanda per almeno 1 settimana (se i fiori sono molto freschi potrebbero volerci anche 2 settimane): è sufficiente legare insieme i rametti di lavanda con un elastico o un cordoncino e lasciarli capovolti in una zona asciutta, arieggiata e calda, evitando l'esposizione diretta al sole. Quando i fiori saranno completamente essiccati si devono granare le sommità e rimuovere i rametti. I fiori così ottenuti sono pronti per la preparazione dell'oleolito.

  1. Preparare i fiori di lavanda come indicato sopra. Sgranare i fiori di lavanda, metterli nel mini mortaio (un pò alla volta) e schiacciarli con il pestello. Questa operazione consente di estrarre una quantità maggiore di principi attivi. Trasferire a mano a mano i fiori schiacciati nel barattolo in vetro. 
  2. Versare tutto l'olio fino a ricoprire completamente le sommità fiorite (se necessario schiacciare un pò i fiori con un cucchiaio). Chiudere il barattolo con il coperchio. I fiori di lavanda devono essere totalmente ricoperti di olio.
  3. Riporre il barattolo di vetro in un luogo buio, chiuso e asciutto, come l'interno di una dispensa o un cassetto, per almeno 40 giorni. Agitare bene il barattolo almeno due volte a settimana.
  4. Passato il tempo di macerazione si può procedere con il filtraggio: con un colino filtrare l'oleolito facendo colare l’olio in un nuovo barattolo. Schiacciare bene i fiori con un cucchiaio pulito e asciutto al fine di estrarre l'olio più ricco di principi attivi. Richiudere e rimettere il nuovo barattolo a riposare per 24/48 ore (alcune impurità sono ancora presenti).
  5. Successivamente procedere con il secondo filtraggio. Mettere un pezzo di garza su un imbuto e riporlo sopra alla bottiglia di vetro scuro. Versare l’olio e filtrarlo al fine di rimuovere anche le piccole impurità.
  6. Aggiungere infine la vitamina E direttamente nella bottiglia, chiudere e agitare bene: la vitamina E aiuterà l'oleolito a mantenersi nel tempo evitando l'ossidazione dell'olio.
N.B. l'oleolito di lavanda è un rimedio veramente versatile, grazie alle sue molteplici proprietà: è infatto un olio conosciuto per le proprietà lenitiva, decongestionante, tonificante, purificante, defaticante, miorilassante, antireumatica, antinfiammatoria, antisettica e cicatrizzante. Si può usare da solo con un massaggio su corpo/viso per lenire le scottature (ad esempio come doposole), in caso di arrossamenti, irritazioni, infiammazioni, tensioni e dolori muscolari e articolari, pelle grassa e acneica, punture di insetti, gambe pesanti e affaticate, eczemi.
Inoltre si può utilizzare in sinergia con altri oli vegetali e/o oli essenziali per creare oli da massaggio personalizati. Infine si può utilizzare come ingrediente base per creare unguenti e creme viso/corpo.

Conservazione:

Conservare la bottiglia lontano dalla luce e dal calore. Ben conservato e fabbricato nelle condizioni igieniche ottimali, questo oleolito si conserva per almeno 6 mesi.

Clausola di non responsabilità:

Le ricette cosmetiche proposte nel nostro sito sono state tratte o hanno preso libera ispirazione da libri sulla cosmesi naturale, siti internet e documentazione dei nostri fornitori. Tutte le ricette cosmetiche sono messe a disposizione a titolo esemplificativo di cosa si può realizzare con le materie prime cosmetiche in vendita nel nostro sito. Cosmetolando declina tutte le responsabilità in caso di mancata o insoddisfacente riuscita del cosmetico. Il risultato finale infatti è influenzato da vari fattori quali ad esempio dalla temperatura ambiente che cambia notevolmente in base alle stagioni, dalla capacità di eseguire la ricetta passo a passo, dall'utilizzo delle materie prime indicate tali e quali (senza sostituzioni) e dall'abilità di chi realizza il cosmetico. In generale possiamo affermare che i cosmetici "fai da te" sono prodotti artigianali e come tali vanno valorizzati ed apprezzati. 

Articolo aggiunto alla Lista dei desideri
Articolo aggiunto per il confronto

Utilizzando questo sito web acconsenti all'utilizzo dei cookie e di cookie di terze parti. E' possibile prendere visione della Cookie policy tramite la pagina Informativa sulla privacy.